Si finisce con il botto, ma si comincia bene assai. Le rune dei calendari raccontano. La under 14 Imperia Rugby di Perrone ed Abbo affronta il Cogoleto sul suo campo sabato alle 15.30. Un incontro molto atteso dagli imperiesi perché si confrontano con una società di tradizione e perché è una prova ulteriore della costituzione del gruppo, di inserimenti di qualità e di gioco fuori dalla difesa. Movimento assicurato, dunque. Domenica è per il “Pino Valle”. Si rinnova il confronto con il Monferrato. Dopo la under 18 della Union Riviera Rugby è la volta della under 16. Monferrato ha un bel ricordo casalingo dell’Imperia under 16. Due settimana fa è stata battaglia vera ad Alessandria. L’incognita è sui numeri del Monferrato: quale squadra porta, in riferimento al suo grande bacino di reclutamento? E per contro, la under 16 ha intenzione di giocare al massimo per guadagnare posizioni classifica. Appuntamento al calor bianco domenica alle 11. E alle 14.30 il clou: campionato nazionale serie C1, girone promozione, ore 14.30. La Union Riviera Rugby sfida Ivrea. Obiettivo assoluto: restare vicini al Novara nella parte alta della classifica, segnando quattro mete. Ivrea è a fondo classifica, ma non ci si deve ingannare. A questi livelli tutti gli incontri sono difficili. E poi c’è anche la difficoltà di incontrare un avversario poco noto, che però rappresenta un traguardo importante per la realtà ovale della Liguria occidentale: le prospettive interregionali sono sempre più aperte. E la città va informata.
Che tali prospettive siano ormai allargate è testimoniato da un evento rilevante a livello tecnico previsto per lunedì 6: al “Pino Valle” arrivano l’Accademia Federale di Torino. Ovvero il sistema di avviamento al rugby professionale voluto dalla Federazione Nazionale. Ci saranno i ragazzi dei centri di formazione di Liguria e Piemonte, con alcuni della Provincia di Imperia. Ci sarà il direttore tecnico dell’Accademia, Raffaele Duguet e il tecnico accademico, Giovanni “Nanni” Raineri, nazionale con 22 presenze e una importante formazione tecnica compiuta in Sudafrica.
I tecnici provinciali, regionali e federali sono tutti invitati per questo fondamentale approfondimento, che rende ragione dell’impegno indefesso del sistema rugbistico del Ponente ligure