Marwa è una bimba di 15 mesi di origine algerina mantenuta in vita artificialmente in un ospedale a Marsiglia. E’ ricoverata da settembre per un virus che le ha causato gravi danni neurologici. I medici ora intendono staccare la spina e mettere fine all’accanimento terapeutico. I genitori di Marwa non perdono le speranze, si oppongono e di fronte al Consiglio di Stato difendono il diritto di vivere della piccola.
Per tenere in vita Marwa è partita una petizione popolare, diffusa in modo particolare in tutta la Costa Azzurra, ha raggiunto 240.000 firme. Il papà di Marwa nei mesi scorsi era già riuscito a ottenere un prolungamento delle terapie che avevano portato a un miglioramento delle condizioni della figlia. Su questo dilemma etico, particolarmente doloroso, il Consiglio di Stato nella prossima settimana deciderà in merito al ricorso contro le decisioni dell’ospedale.