Il pm Marco Zocco ha chiesto una condanna a 14 anni di carcere per Constantin Alin Gutu, 27enne romeno, accusato di essere uno degli assassini di Ion Ionescu, il clochard ucciso nel maggio 2011 sotto il ponte dell’Arenella, alla foce del torrente San Francesco.
Gutu era stato arrestato 5 anni dopo il delitto, a fronte di un mandato di cattura europeo. Come scrive Paolo Isaia sul “Secolo XIX”, per l’omicidio erano già stati condannati a 14 anni altri due senzatetto romeni, Nicolae Panaite, 35 anni e Ciprian Cosmin Donea, di 28 anni.