Fake news, macchina del fango, moltiplicazione dei luoghi per l’espressione libera del pensiero, diritto all’oblio…
Il contesto dell’informazione assume confini sempre meno definibili, dagli sviluppi imprevedibili.
Il pubblico ci guadagna? Quali sono le regole del giornalismo?
Valgono ancora?
Di questo e altro si discuterà sabato 11 marzo, alle ore 17, al teatro del Casinò di Sanremo, nell’ambito della rassegna dei Martedì Letterari, al convegno “L’informazione e il giornalismo ai tempi della post-verità, tra regole, abusi e nuove consuetudini”.
A dare il via al dibattito, la presentazione della settima edizione del Manuale di diritto dell’informazione e della comunicazione (Cedam-Wolters Kluwer), scritto da Ruben Razzante, giornalista e docente di Diritto per l’informazione, all’Università Cattolica di Milano.
A discutere con lui, ci saranno Giuseppe Cruciani, giornalista e conduttore del programma radiofonico La Zanzara, su Radio 24; Gianluigi Nuzzi, giornalista, scrittore e conduttore di Quarto Grado, su Rete 4 e Marcello Sorgi, giornalista, editorialista e La Stampa, già direttore del quotidiano di Torino e del Tg1.
A moderare, Lucia Scajola, giornalista di Panorama.
L’appuntamento è accreditato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti come corso di formazione valido per 4 crediti e sarà trasmesso in diretta su Radio Radicale.