Stamani in Tribunale a Imperia nel processo per i maltrattamenti alla casa di riposo “Borea” di Sanremo, il pm ha chiesto una condanna ad un anno e 8 mesi di carcere per Rosalba Nasi, direttrice della struttura, e di 6 mesi per il dipendente Benito Vitale.
Per l’accusa la Nasi era al corrente dei maltrattamenti, ma non aveva mai denunciato nulla. Chiesta, invece, l’assoluzione per Stefano Bisiani (ex titolare della cooperativa che operava al “Borea”).
Nel gennaio 2012 nell’operazione “Acheronte” la Finanza di Sanremo effettuò 7 arresti per maltrattamenti nei confronti di anziani indifesi.