In merito alle polemiche poste dalle opposizioni in materia di flussi turistici, preciso quanto segue: “I consiglieri Ballestra e Malivindi assumono che l’aumento dei flussi turistici sia da ascriversi, a dir loro, solo alla presenza delle forze dell’ordine soggiornanti presso le strutture alberghiere cittadine.

Tali affermazioni polemiche rivelano un’analisi assolutamente parziale rispetto all’aumento dei flussi, in quanto da un lato molti agenti soggiornano presso strutture site in altri comuni, e dall’altro le presenze di cittadini stranieri nel biennio 2014/2016 hanno subito il considerevole aumento del 17,56%.

Appare evidente che anche laddove l’aumento derivi in parte dalla presenza degli agenti delle forze dell’ordine, è indiscutibile che il flusso di turisti stranieri costituisca un fenomeno a parte, che impone una riflessione ben più profonda sugli investimenti che privati e pubblico devono operare per trarre vantaggio dallo scenario che i dati forniti dalla Regione ci prospettano.

Aggiungo che l’indicazione sul numero di presenze fu resa pubblica in conferenza stampa, non per arrogare meriti all’amministrazione di cui faccio parte, bensì per stimolare un’azione sinergica sulle prospettive che la città si troverà davanti, anche grazie alla realizzazione del porto turistico.

Concludo ricordando a tutti che ho intrapreso questo percorso con entusiasmo ponendomi l’obiettivo di stimolare amministratori, cittadini e investitori ad affrontare sfide apparentemente ardue: così è stato per l’esperienza del teatro, che ha registrato due stagioni di tutto esaurito contro ogni pronostico, e così spero possa accadere anche in ambito turistico e commerciale”.

L’Assessore al Turismo e alla Cultura
Avv. Pio Guido Felici