VENERDI’ 24 FEBBRAIO
ore 21.15
SABATO 25 FEBBRAIO
ore 17.30 , ore 21.15

MEDEA
dalle “Heroides” di Ovidio
con e di Livia Carli e Gianni Oliveri
Pianoforte Valentina Oliveri

Coro con le attrici de Lo Spazio Vuoto

Lo spettacolo riprende la lettera di Medea a Giasone dalle “Heroides” di Ovidio e crea un dialogo immaginario tra i due personaggi, in cui entrambi rivendicano le proprie ragioni e le passioni più profonde.
Al centro l’amore infelice della donna abbandonata che si trasforma in potere distruttivo grazie alla eccezionale capacità di Ovidio di penetrare negli intimi recessi dell’animo femminile creando un vortice di immagini ricche di sfaccettature e di risvolti imprevedibili. Medea, donna del mito, è qui resa umana, le sue parole, più che a un lamento, si avvicinano ad una vera e propria orazione di accusa. A sua volta il personaggio di Giasone rivendica un suo ruolo ed una sua umanità , che sempre gli è stata negata, cercando di fare valere le sue ragioni di uomo e di padre: la necessità di ottenere legittimità per i figli, contraendo un nuovo matrimonio con la figlia del re di Corinto. Sulla scena protagonista anche il pianoforte di Valentina Oliveri che, alternandosi ai dialoghi-monologhi, si sostituisce alle voci interiori dei personaggi, le amplia, le altera fino a condurre la tragedia al suo epilogo. Di grande impatto il Coro dalla tragedia Euripidea.