Sono rassicuranti le parole dell’Assessore Felici sull’aumento della presenza di turisti a Ventimiglia.
Ma questi dati confortanti, queste maggiori presenze nelle strutture ricettive, forse tengono conto anche di tutte le forze dell’ordine che hanno soggiornato presso gli alberghi della città a causa dell’emergenza migranti?
In effetti di turisti “veri” Ventimiglia non ne vede molti, bisognerebbe preoccuparsi seriamente del degrado che colpisce ogni angolo di questa città. Il lavoro da fare è tanto e non è il momento di darsi le pacche sulle spalle ma di rimboccarsi le maniche: con la stagione alle porte, la città è sporca, il lungo fiume sembra una giungla ed è pieno di rifiuti, i giardini sembrano un accampamento, insomma il biglietto da visita è pessimo. E nel caso in cui le presenze siano davvero in crescita, beh, una città ben tenuta è una ragione in più per tornare, e viceversa.
Silvia Malivindi, consigliere comunale del MoVimento Cinque Stelle