Il motivo della protesta di ambulanti e tassisti risiede in due parole: direttiva Bolkestein.
Alla base della liberalizzazione contro cui si è scatenata la protesta c’è infatti il provvedimento europeo approvato nel 2006 dalla commissione UE, e recepito nell’ordinamento Italiano nel 2010 presidente del consiglio Silvio BERLUSCONI.
La direttiva il cui nome deriva dall’allora commissario europeo per la concorrenza e il mercato interno, ,FRITS BOLKESTEIN, ha l’obbiettivo di favorire la libera circolazione dei servizi e l’eliminazione delle barriere tra i vari paesi UE.
Ecco perché è anche definita direttiva di servizi, le proteste degli ambulanti riguardano solo uno dei punti della direttiva e del suo provvedimento di recepimento, quello che riguarda l’obbligo di messa al bando delle concessioni in scadenza di spazi pubblici e beni demaniali , la direttiva BOLKESTEIN prevede che siano messe al bando molte concessioni pubbliche .tra queste anche quelle dei commercianti per strada .il decreto milleproroghe, proroga di fatto le concessioni in essere e in scadenza entro luglio 2017 fino al 31 dicembre 2018, quando si prevede che queste siano rimesse nuovamente a bando , quelle in scadenza o già scadute vengono quindi estese fino alla fine dell’anno prossimo ma entro quel termine gli enti locali dovranno attrezzarsi cosi prescrive la norma per rimettere a bando le stesse concessioni .
Se da un lato quindi c’è un rinvio, dall’altro il governo mette nero su bianco un termine per il rilascio delle nuove concessioni , ad oggi gli ambulanti chiedono che il governo intervenga per escludere completamente la categoria dall’obbligo di messa al bando delle concessioni pubbliche che sta alla base della direttiva .non un rinvio ma un esclusione totale.
Quanto ai tassisti ,la protesta si concentra sull’emendamento al milleproroghe che sospende ancora fino al prossimo 31 dicembre l’efficacia della norma del 2008 decreto legge 207 che mette forti paletti ai noleggi con conducente Ncc e limita l’attività di nuovi operatori Uber.
Naturalmente il Fronte Nazionale appoggia incondizionatamente e da pieno sostegno ad ambulanti e tassisti preda di queste logiche liberiste figlie di questa EUROPA che non ci piace, e di cui vorremmo liberarci. Un EUROPA che favorisce con leggi come la BOLKESTEIN le multinazzionali , togliendo diritti ai nostri lavoratori questa è solo una di quelle tante leggi che centrodestra e centrosinistra non anno contrastato perché figlie della stessa logica politica cioè il liberismo .
Ma ieri a ROMA c’è stata una prima dimostrazione che il popolo è stanco di subire passivamente , rinnoviamo il nostro invito a superare ogni logica politica è unirsi in un grande Fronte Nazionale per l’italia è gli italiani.

Il Segretario Regionale
Fronte Nazionale Liguria
Lorenzo Graglia