Un anno fa il marito si uccise sul posto di lavoro dopo essere stato licenziato. Sabato una donna di 35 anni ha cercato di far esplodere la casa, nel quartiere Foce a Genova, dove vive con i figli di 13 e 10 anni. La donna è accusata di duplice tentato omicidio e incendio. Per la squadra mobile la donna aveva comprato bombolette di gas e una cucina da campeggio. Sabato avrebbe dato fuoco alle bombolette causando l’esplosione. E’ stato il figlio più grande a salvare fratello e mamma. La donna è ricoverata all’ospedale San Martino e domani sarà interrogata dal gip.