In via Martiri a Sanremo il 18 aprile 2016 un marocchino di 35 anni era entrato nel negozio di parrucchiere “Coiffeur Bouch” di un connazionale per avere un “chiarimento” su un debito. Il confronto si era trasformato in lite conclusa con un colpo di pistola sparato sul pavimento, ai piedi dell’esercente. Come riporta Paolo Isaia sul “Secolo XIX” Abdul Farek, accusato di lesioni gravi, porto e utilizzo d’arma da fuoco in luogo pubblico, ha patteggiato una condanna a un anno e mezzo.