Come era facile prevedere è scoppiata la polemica sui parcheggi dei campers a Sanremo. Ce ne da notizia la Stampa sulla pagina di informazione locale di domenica scorsa, 12 febbraio. L’occhiello del titolo dell’ articolo “Sanremo, pugno di ferro dell’ Amministrazione” fa da preambolo alla notizia che 65 camperisti, definiti “furbetti”, sono stati multati per probabile parcheggio abusivo in Lungomare Vittorio Emanuele II.
Chi amministra la città deve decidere se i camperisti sono ben accetti o non graditi. Nel primo caso bisogna mettere a loro disposizione almeno un’area decentemente attrezzata e disponibile tutto l’anno. Nel secondo caso basta dire che Sanremo è off limits per i campers.
L’articolo della Stampa riporta le stupefacenti dichiarazioni del vice Sindaco Faraldi. Accompagnato da ben due vice comandate dei vigili urbani ha fatto un sopralluogo sul Lungomare, ma forse non ha mai fatto un giro d’ispezione nell’area di Pian di Poma. Noi abbiamo monitorato per qualche mese quell’area e ne abbiamo scritto il resoconto sul primo numero di Penna Rossa pubblicato a fine novembre. Quell’area è sporca con topi che girano indisturbati, buia, senza alcuna vigilanza, contornata da fangose pozzanghere quando piove, con la zona scarico distante e mal accessibile.
Forse Faraldi non sa che per il ponte del 1° novembre la zona scarico era inagibile perche la fogna era rotta. Qualche giorno dopo l’area è stata chiusa ed un foglio scritto nel solo italiano ed affisso sulla porta del gabbiotto di entrata a Pian di Poma informava che l’area campers era chiusa per la presenza del Luna Park. Ora sappiamo anche che l’area campers attualmente non è gestita da nessuno perché il contratto con la cooperativa del Cammino non è stato rinnovato. Non sono i camperisti che devono trovare delle soluzioni per il parcheggio dei loro mezzi, come sostiene Faraldi, ma sono gli amministratori della città che devono porre mano al problema e non usare la stessa mano come pugno di ferro. Ci stupisce che i camperisti ritengano Pian di Poma troppo lontana dal centro città. Non crediamo che le aree di parcheggio a Roma siano vicine a Piazza Navona o a Milano in qualche angolo di Piazza del Duomo.
I camperisti sono turisti che si muovono in piena libertà nell’uso del tempo destinato alla loro vacanza, senza vincoli, spesso in compagnia dei loro amici a quattro zampe. E sono turisti che, come tutti i turisti, producono reddito.
E’ meglio però che i loro soldi li portino altrove non a Sanremo, e lo consiglia anche il vice Sindaco Faraldi che dichiara testualmente: “…nella zona esistono aree attrezzate, che vadano la”.
Chapeau per il vice Sindaco di Sanremo.
Marco Ardoino (Circolo Partito della Rifondazione Comunista di Sanremo-Taggia)