Un 79enne di Diano Marina era accusato di violenza sessuale per aver palpeggiato una 40enne straniera nelle parti intime, dopo averla “assunta” come donna delle pulizie mentre la moglie era in ospedale. C. R., agente immobiliare, è stato condannato ieri a due anni di carcere, con pena sospesa. Nel 2012 la donna effettuava le pulizie nell’agenzia immobiliare e, come scrive Paolo Isaia sul “Secolo XIX”, il 79enne le chiese di recarsi a casa sua per svolgere le stesse mansioni, data l’assenza della moglie.