Il “menù” di Sanremo prevede delle novità per quest’anno; dopo la presentazione dei grandi successi delle precedenti edizioni e le interviste fatte ai big di quest’anno, entra Tiziano Ferro con “mi sono innamorato di te” una dedica a Luigi Tenco.

L’orchestra fa da ingresso a Carlo Conti che a sua volta presenta Maria De Filippi. Non sono mancati i momenti di ilarità proposti da questo nuovo duo. Abbiamo come ospite Raoul Bova, a seguire un collegamento con Maurizio Crozza e la sua satira politica. Ma ci sono anche artisti di fama internazionale come Ricky Martin ed i Clean Bandit.

Ecco gli undici cantanti in gara della prima serata e le impressioni a caldo:

-Giusy Ferreri con “Fa talmente male”,non è mai facile iniziare per primi in una competizione canora e soprattutto se si tratta del festival di Sanremo! canzone molto radiofonica ma con qualche vocalizzo mancato, l’emozione era evidente.

-Fabrizio Moro con “Portami via”, sfruttando la sua voce roca mantiene sempre una forte interpretazione dei suoi brani.

-Elodie con “Tutta colpa mia”, timbro molto soul e ricco. In questo brano si vede una buona interpretazione e melodia.

-Ludovica Comello con “Il cielo non mi basta”,inizio forse un po’ insicuro e giri di voce troppo ridondanti, ma nel complesso armonico.

-Fiorella Mannoia con “Che sia benedetta”,un elogio alla vita che ha sorpreso molti per l’emozione trasmessa.

-Alessio Bernabei con “Nel mezzo di un applauso”, per il secondo anno come solista sul palco. Nella precedente edizione ha riscosso molto successo creando un vero tormentone, anche questa volta la musica è molto ritmata, attenderemo e vedremo se otterrà approvazioni.

-Al Bano con “Di rose e di spine”, canzone che lascia un senso di nostalgia, ci ricorda tutti gli anni di carriera dell’artista.

-Samuel con “Vedrai”, è da poco che il cantante ha deciso di intraprendere la carriera da solista, facendo un cambiamento di genere, sicuramente in questo brano si sente il collegamento con le tracce del nuovo album che uscirà (#ilcodicedellabellezza).

-Ron con “L’ottava meraviglia”, anche questa ha un po’ il sapore di nostalgia.

-Clementino con “Ragazzi fuori”, uno dei rapper melodici in gara che crea un distacco di genere ed avvicina anche i più giovani al festival di Sanremo.

-Ermal Meta con “Vietato morire”, l’anno scorso ha partecipato tra le giovani proposte, con una carriera già assoldata da compositore, si propone come cantautore sorprendendo tutti. Il testo significativo, forse questa volta mancava una musicalità più incisiva.

Ecco la classifica:

  • Elodie “Tutta colpa mia”
  • Alessio Bernabei “Nel mezzo di un applauso”
  • Samuel “Vedrai”
  • Ermal Meta “Vietato morire”
  • Lodovica comello “Il cielo non mi basta”
  • Fabrizio Moro “Portami via”
  • Al Bano “Di rose e di spine”
  • Fiorella Mannoia “Che sia benedetta”

Rischiano l’eliminazione:

  • Clementino “Ragazzi fuori”
  • Ron “L’ottava meraviglia”
  • Giusy Ferreri “Fa talmente male”