Alle 21 di ieri, 7 febbraio, personale della squadra volante della Questura di Imperia, è intervenuto in Piazza d’Armi dove, secondo le segnalzioni di un uomo ed una donna, questi ultimi erano barricati all’interno della loro abitazione dopo essere stati minacciati con un coltello da un cittadino di origini peruviane.
Entrambi gli equipaggi in servizio, dopo aver raggiunto il luogo della segnalazione, intercettavano un uomo che, in evidente stato di alterazione dovuta alla assunzione di sostanze alcoliche, simulava una patita aggressione da parte di un non meglio specificato connazionale.
La condotta dell’uomo, avvalorata dalla tipologia di segnalazione al 113, destava, sin da subito, sospetto; gli agenti delle volanti, pertanto, procedevano alla identificazione sul posto dell’uomo che, al termine dei primi accertamenti, rispondeva alle descrizioni fornite dai richiedenti al numero di emergenza 113.
L’uomo, come riferito dalle vittime, aveva poco prima minacciato la sua compagna, la suocera, il suocero ed i figli con due coltelli da cucina.
Le armi, individuate e sequestrate dagli agenti della squadra volante, sono state successivamente repertate negli uffici della Questura dove veniva condotto l’uomo per le procedure di fotosegnalamento.
O.V.C.J, peruviano, classe ’91, è stato pertanto denunciato poiché responsabile del reato di minaccia aggravata.
L’uomo, titolare di regolare passaporto, è stato posto a disposizione dell’ufficio immigrazione per valutare la sua posizione sul territorio nazionale.