Il Sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, l’Assessore al Turismo e Cultura, Daniela Cassini, il Direttore Generale del Casinò, Giancarlo Prestinoni, il consigliere del Cda del Casinò Olmo Romeo hanno inaugurato ufficialmente con una conferenza stampa nel Teatro dell’Opera della Casa da Gioco, la mostra “Parole Note” di Enrico Benetta.
Tutti hanno apprezzato l’originalità delle creazioni, la loro forza espressiva il loro messaggio universale che attraverso il binomio ”arte e musica” raggiunge immediatamente chi guarda e chi respira le opere , possenti nella loro capacità di impossessarsi dello spazio e di essere al tempo stesso possedute da chi può toccarle comprendendone l’essenza. Sono opere che sembrano pensate per essere esposte a Sanremo, città della Musica, nella settimana festivaliera.
Arte che scaturisce da una profonda preparazione dell’artista, come ha sottolineato la curatrice Daniela del Moro, che scrive “il processo creativo di Benetta cerca un linguaggio universale affinchè l’arte sia vissuta, sentita, non solo guardata anche nel suono di un respiro, passando attraverso lunghi processi alchemici e trasformandosi in versi lirici indimenticabili…”
Enrico Benetta, visibilmente emozionato, ha ringraziato per la calorosa accoglienza riservata a lui e alle sue Opere, che rimarranno a Sanremo sino a marzo.
Queste le opere esposte a Sanremo: “Anime in quartetto” a Santa Tecla, “il Violoncello” in corso Matteotti, “Sublimazioni-Gocce di lacrime” Club Tenco, “Rumore Bianco-la clessicra” nel Teatro Ariston e “Parentesi Musicali” davanti a Porta principale del Casinò e “Chiave di violino” nella sala Principale della Casa da Gioco.