“Un’attenta vigilanza affinché vengano rigorosamente valutate le condizioni di legge e di ordine pubblico per autorizzare la manifestazione e affinché questa non diventi occasione per la promozione di contenuti eversivi o idee o proposte politiche contrarie alle nostre leggi”. Lo chiede il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in una lettera inviata oggi al Prefetto di Genova, Fiamma Spena, in vista del convegno delle ultradestre europee previsto nel capoluogo ligure sabato 11 febbraio.
Il governatore Toti ribadisce quindi la propria posizione: “Se gli organizzatori scegliessero un’altra città in un’altra regione io sicuramente non piangerei. Se invece verranno a Genova certamente non ne sarò felice. Dopodiché – aggiunge – sono rispettoso degli ambiti delle nostre leggi e quindi non spetta alla Regione decidere chi ha diritto di parola o non lo ha in un determinato territorio”. Secondo il presidente Toti “il dibattito democratico e le idee altrui devono essere rispettate, fino a quando rispettano la legge. Chi rispetta le leggi è benvenuto in Liguria, chi non lo fa – conclude – non ha dimora né in Liguria né in Italia”.