Avevamo lanciato l’allarme già l’estate scorsa, ma Toti e l’assessore Mai avevano detto che non c’erano problemi. Adesso però quei timori sono stati confermati dal ministero delle Finanze, alla presenza dei sindaci Cangiano (Albenga) e Fazio (Ceriale) e dei deputati Pd Vazio e Giacobbe: le aziende agricole liguri colpite dall’alluvione del 2014 non riceveranno i risarcimenti messi a disposizione dal governo, perché la Regione Liguria non ha compilato correttamente la richiesta dei fondi. Un fatto gravissimo, che mette ancora una volta in evidenza l’incapacità della maggioranza che governa la nostra Regione. Un’incapacità ancora più grave visto che, per mesi, la Giunta ha negato quanto è stato confermato oggi. La Liguria è l’unica regione d’Italia colpita dall’alluvione che non riceverà questi fondi. I parlamentari liguri e il Gruppo regionale del Pd si sono già messi in moto per capire quali siano i margini di manovra per cercare di recuperare altri finanziamenti. Troviamo però assurdo che decine di aziende agricole rischino di chiudere perché l’assessorato guidato da Mai ha sbagliato a presentare la domande di risarcimento danni.

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita, Luigi De Vincenzi e Giovanni Barbagallo.