Appuntamento al gennaio 2018. Con questo impegno hanno lasciato il teatro dell’Opera del Casinò i due Grandi Maestri della Massoneria Italiana :Il Gran Maestro del Gran Oriente d’Italia, Dott. Stefano Bisi e il Sovrano Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia, Avv. Antonio Binni.
Il Casinò di Sanremo, con la sua tradizione e l’impegno culturale, si è conquistato la primogenitura di un evento storico, che continua nel tempo
Il gradimento dell’incontro è stato testimoniato, come hanno ribadito gli stessi Grandi Maestri: ” dalla presenza non solo di tanti “fratelli e sorelle”, ma di un folto pubblico, interessato a seguire la celebrazione dei Trecento Anni della Massoneria.
“Il convegno di Sanremo, una città che ha spesso fatto da scenario a importanti avvenimenti internazionali, ha costituito l’occasione per parlare del grande ruolo storico svolto dalla Massoneria per l’affermazione del libero pensiero” afferma il Gran maestro del Grande Oriente d’Italia (Palazzo Giustiniani), dott. Stefano Bisi.
“A Sanremo abbiamo tre secoli di progresso civile… Incontrarsi nel 300° della fondazione della Gran Loggia di Londra significa risalire alla sorgente delle grandi Dichiarazioni dei diritti che hanno scandito la storia dal Settecento a oggi” dichiara a sua volta l’avv. Antonio Binni, Sovrano Gran Commendatore e Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia (Palazzo Vitelleschi).
“Plaudendo per l’ottima risposta in termini di partecipazione al secondo storico incontro tra i Grandi Maestri delle due Obbedienze italiane, che conferma l’alta proposta culturale dei nostri Martedì letterari e la capacità di approfondire le più rilevanti e diversificate tematiche di interesse internazionale, ringraziamo sentitamente gli illustri partecipanti. Aver confermato l’appuntamento 2018 per il loro prossimo terzo incontro nel Casinò di Sanremo lo ha indicato quale sede privilegiata di un dialogo aperto, che coinvolge la società civile. Premia, inoltre, il grande impegno e l’attenzione che l’Azienda pone nel creare eventi di rilevanza cosmopolita.” ” sottolineano i vertici di Casinò Spa. “Un grazie sentito ai presidenti locali dell’Unicef e dell’Unesco che hanno condiviso la finalità benefica di questo incontro, attraverso la vendita del nostro volume, il cui ricavato andrà alle popolazioni colpite dal terremoto e a tutti coloro che hanno aderito.”

Dopo l’intensa esecuzione del maestro Diego Campagna, la conferenza si è aperta con l’intervento di saluto del Consigliere del Cda di Casinò Spa, Olmo Romeo ed è proseguita con la tavola rotonda tra gli illustri relatori, moderati dallo storico prof. Aldo Mola e dalla Dott.sa Marzia Taruffi, responsabile dell’Ufficio Stampa e Cultura del Casinò di Sanremo.
Per l’evento, in collaborazione con la Fondazione Cento Fiori, Presidente Giancarlo Berruti e con il Circolo degli Artisti di Albissola, Presidente Antonio Licheri, l’artista internazionale Aldo Pagliaro ha creato due opere in ceramica dedicate al sole e alla luna.
Sono state consegnate, a ricordo dell’importante giornata, al Dott. Bisi dal consigliere Olmo Romeo e all’ Avv. Binni dal Direttore Generale, Ing. Giancarlo Prestinoni.
Applausi scroscianti per il maestro Diego Campagna alla chitarra classica.

Nell’ambito dell’incontro è stato presentato il libro dal titolo: “I Quaderni dei Martedì Letterari del Casinò di Sanremo. “1717-2017. Tre secoli per la Libertà. La Massoneria in Italia e nel mondo” curato da Marzia Taruffi editato per l’incontro. Vi hanno scritto il prof. Aldo Mola, il Dott. Matteo Moraglia, l’avv. Attilio Mola, il curatore. Si ringrazia inoltre per le illustrazioni il dott. Marco Mauro e per le notizia il Presidente della Famija sanremasca Leone Pipione. Arricchito da pregevoli illustrazioni il Quaderno (ed. De Ferrari, Genova) è stato in distribuzione esclusiva per l’evento, ad offerta. Con il Patrocinio Dell’Unicef e dell’Unesco il ricavato viene devoluto in beneficenza per le popolazioni terremotate