Siamo sinceramente commossi per le numerosissime manifestazioni di solidarietà che in questi giorni ci vengono espresse da tutte le parti del mondo e per i tantissimi eventi culturali organizzati in memoria del valore artistico di Luigi ai quali veniamo invitati.
A tutte le persone che si stanno impegnando con l’organizzazione di tali eventi, dedicando momenti preziosi della loro vita per ricordare Luigi, vogliamo dire il nostro sentito GRAZIE.
Vogliamo ricordare e soprattutto ringraziare anche tutte le persone e tutte le organizzazioni che ci hanno resi partecipi della loro graditissima scelta di rinunciare a realizzare manifestazioni nella data del 27 gennaio, che per noi familiari è di inevitabile tristezza. In modo particolare rivolgiamo il nostro pensiero al Club Tenco che per primo ha deciso di avviare le sue iniziative a partire dal 28 gennaio. Come a molti è noto, il Club Tenco rappresenta da oltre quarant’anni l’espressione dell’arte di Luigi e l’autonomia della canzone d’autore, attraversando vari momenti difficili ma raggiungendo sempre risultati di grandissimo pregio. A tutti i componenti del Club Tenco, augurando loro un prospero futuro, vogliamo dire il nostro infinito GRAZIE.
Tra le varie manifestazioni, in questi ultimi giorni siamo stati coinvolti nell’ammirevole iniziativa del francobollo, realizzato da Poste Italiane, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e Ministero dello Sviluppo Economico, per il cinquantenario della scomparsa di Luigi. A tutte le istituzioni che si adoperano per la valorizzazione della cultura in generale e in questo caso di Luigi, ma specialmente a tutte le persone del Comune di Cassine e del Comune di Ricaldone che hanno promosso la realizzazione del francobollo su Luigi, vogliamo dire il nostro sincero GRAZIE.
Nel corso di questi lunghi anni molti sono gli artisti, famosi e non, che hanno ricordato Luigi attraverso le sue canzoni su palcoscenici importanti così come su quelli più semplici. Grazie a loro le parole di Luigi hanno fatto unire gli innamorati e parlare gli intellettuali, ma soprattutto hanno continuato a far vivere il suo pensiero che noi familiari consideriamo sempre attuale. A loro tutti vogliamo dire con grande stima il nostro GRAZIE.
Con altrettanta grandissima emozione ci rivolgiamo al pubblico perché, nel tempo e indipendentemente dall’età o dall’estrazione sociale o dal tipo di affinità con le sue canzoni, ha sempre avuto in cuore la figura del ragazzo che per noi tutti ancora è Luigi. A tutti loro vogliamo dire il nostro commosso GRAZIE.
Infine, senza dimenticare tante altre persone e importanti manifestazioni che già in tempi più remoti ci hanno mostrato vicinanza e affetto, noi familiari per primi vogliamo ringraziare Luigi per i momenti di gioia che ci ha regalato in vita e per il valore dei suoi pensieri che tuttora cerchiamo di salvaguardare con grande fierezza. Da sempre abbiamo cercato di mantenere il senso della discrezione sorvolando spesso su pensieri ingiusti che negli anni abbiamo sentito, visto e letto riguardo Luigi e replicando lo stretto necessario attraverso le forme civili consentite, ma ci teniamo a sottolineare che per noi, invece, rimane più importante e più sentito il nostro modesto e profondo GRAZIE che vogliamo sinceramente rivolgere a voi tutti e a Luigi.
Graziella, Patrizia e Giuseppe Tenco