Il Maestro Beppe Vessicchio non dirigerà l’orchestra al Festival di Sanremo 2017. “Quest’anno non dirigo. E’ un caso: ero stato “prenotato” da un paio di cantanti che alla fine non sono stati invitati da Carlo Conti” spiega Vessicchio all’Ansa.
“Andrò lo stesso: perché l’ho promesso agli amici musicisti e per promuovere il mio libro ‘La musica fa crescere i pomodori’ (in uscita il 2 febbraio) senza conflitto d’interessi. Sono un animale mitologico: metà uomo, metà orchestra” prosegue Vessicchio.
Quando si è sparsa la voce che quest’anno il maestro con la barba non ci sarà, sui social network si è scatenata la “rivolta” con tanto di petizioni e appelli (#uscitevessicchio).