“Vecchio di m., ti facciamo a pezzi e ti buttiamo nel bidone della spazzatura”.
Questi insulti e minacce avrebbero scatenato Marino Tripodi, 73 anni, che in via Solaro a Sanremo ha esploso 6 colpi di pistola contro due fratelli albanesi: Mario e Altin Boci, con il primo, 35 anni, ferito ad un braccio (20 giorni di prognosi).
L’uomo è stato arrestato per tentato omicidio e detenzione illegale di arma clandestina. La lite sarebbe nata dalla morosità degli albanesi.
Tripodi ha detto che deve avere 8 mensilità e, secondo lui, subiva furti di energia elettrica e continue offese e minacce. “Non ce la facevo più, scusatemi, ho perso la testa”, ha detto ai Carabinieri.
“Ma quale affitto? A quell’uomo non devo niente, vivo altrove con la mia famiglia. Mi trovavo in quel luogo con mio fratello per salutare una persona” dice all’Ansa Mario Boci, ferito ad un braccio.