A Imperia il sostituto procuratore della Repubblica Alessandro Bogliolo ha chiesto l’archiviazione dell’indagine per omicidio colposo a carico dei medici Katiuscia Zerbini e Mario Ferrando. La morte di una bimba di origine sudamericana, spirata l’8 giugno 2016 a soli 2 mesi, non è imputabile alla responsabilità dei medici che l’avevano visitata il 3 giugno al Pronto Soccorso di Imperia, dimettendola in entrambe le occasioni. Come riporta Paolo Isaia sul “Secolo XIX” per la perizia la bimba sarebbe morta per cause naturali e non per negligenze o omissioni dei medici.