IN LIGURIA E PRECISAMENTE IN QUEL DI SANREMO TRA UN Po’ DI TEMPO CIOè DAL 7 ALL’11 FEBBRAIO SAREMO CHIAMATI A CELEBRARE LA 67 EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA . Ora come fronte nazionale liguria vogliamo dire due cose in merito, e la prima che ci viene in mente e che siamo schifati e disgustati dalle cifre che ogni anno vengono spese per questo evento canoro. Ora parliamo subito del compenso del conduttore di questa manifestazione, cioè del signor Carlo Conti il suo cachè sarebbe anzi è, di 650mila euro 100 mila euro in più rispetto all’anno scorso, non c’è male direi il conduttore e direttore artistico del programma guadagnerà 50 mila euro in più rispetto a il già strapagato Fabio Fazio che in passato si accontentò solo di 600 mila euro, poveraccio… . Mà non è tutto sempre secondo indiscrezioni il contratto che lega Carlo Conti in esclusiva alla Rai aveva la scadenza a giugno di quest’anno, ma il direttore generale dell’emittente pubblica Antonio Campo Dall’orto lo ha prorogato fino al 2019.
Ci viene da compiangere la povera Maria De Filippi che farà tutto gratis…. poveretta ….
Ma sentendo che il collega prende codeste cifre penserà di aver ha fatto male a rinunciare, tanto di soldi c’è ne sarebbero stati pure per lei. Mamma Rai vede e provvede per tutti, e sempre.
Propiniamo come fronte una colletta nazionale per lei che ci intrattiene sempre durante l’anno con i suoi programmi di costume di elevato spessore culturale .
In poche parole il costo complessivo di questo festival dovrebbe essere di 16 milioni di euro con ricavi pubblicitari per 22 milioni più un milione di ricavi commerciali, e poi si dice che i soldi non girano .
Resta un fatto la totale mancanza di vergogna in tempi di crisi nera per il paese Italia per il mondo del lavoro per i giovani costretti ad andare all’estero per i pensionati e per i terremotati al freddo e al gelo noi cosa gli diamo ?, gli diamo Sanremo e buon divertimento a tutti naturalmente tutti questi soldi sono pubblici, cioè ESTORTI dalle bollette, ricordiamolo . se comunque il signor Carlo Conti, lo staff i super ospiti o chi per essi volessero devolvere una parte dell’incasso ad esempio per l’emergenza dei terremotati nostri compatrioti in centro italia c’è lo faccia pervenire ne saremo ben felici, ma temo che le nostre speranze cadranno nel vuoto come sempre, essere d’ esempio non è il loro forte ma sicuramente chiederanno di inviare sms/cash a noi cittadini per coprire tutte le emergenze come sempre d’altronde.
In parole povere Loro se la canteranno e suoneranno lucrandoci sopra, ai Cittadini non rimarrà altro che coprire le spese.
Invitiamo pertanto in ultima analisi gli Italiani tutti, a boicottare il “Carrozzone festivaliero”
Il segretario Regionale Fronte Nazionale Liguria
Lorenzo Graglia