Per molti anni ho seguito, sia in prima persona come Presidente della Carlin’s Boys che in forma istituzionale, lo sport.
Chi, come Rifondazione Comunista, dice che a Sanremo mancano le attrezzature sportive vuol essere negativo a tutti i costi.
Prendiamo in esame i vari sport.
Il tennis: abbiamo due strutture sportive di prestigio una alla Foce con 9 campi da gioco più 1 al coperto anche per il calcetto e una al Solaro con 10 campi + piscina + calcetto.
Il campo ippico al Solaro è una struttura veramente doc, rilanciata alla grande da una Presidentessa entusiasta, che organizza manifestazioni di prestigio.
Il baseball + sofball possono contare su campo e illuminazione in condizioni ottimali.
Il campo d’atletica ora con l’impianto di illuminazione olimpionico ultimato è un fiore all’occhiello e la struttura viene utilizzata anche dal rugby.
Il campo Golf che vanta 18 buche, è una delle strutture più belle d’Italia con una club house di grande prestigio, ed è frequentato da tanti professionisti .
Le palestre. Il complesso di valle Armea (mercato dei fiori), ha colmato quello che a Sanremo mancava cioè una struttura adeguata anche per incontri Internazionali di Volley, Pallacanestro, Ginnastica artistica, Pattinaggio a rotelle ecc.
Concordo con l’autore dell’articolo quando dice che questa struttura può diventare il Palazzetto dello Sport. Ha una metratura più che sufficiente e un parcheggio molto ampio.
Certo tutto è migliorabile, con il riscaldamento in corso d’opera ci si sta già avviando nella direzione giusta.
Villa Citera è valida per la pallacanestro e volley, sempre per il volley le palestre del Cassini, di Baragallo e dell’Agraria soddisfano quasi completamente la richiesta.
Con il pump-track di Pian di Poma ci siamo dotati di uno spazio in più per uno sport con le biciclette e non dimentichiamoci della pista ciclabile di area 24.
E’ vero che non esiste solo il calcio e credo di averlo dimostrato.
Ho tenuto per ultimo l’argomento calcio perchè essendo lo sport nazionale dovrebbe, anche in questa città essere considerato al massimo livello.
Ma, ahimè, non è così.
Partiamo da Pian di Poma dove giocano tutte le squadre di calcio di Sanremo, dai bambini di 7 anni, fino ai veterani sportivi di oltre 50-60 anni. Ogni giorno della settimana vi operano tutte le società cittadine con una presenza media di atleti intorno alle 700-800 unità.
Abbiamo una condizione strutturale che non rispecchia l’importanza di questo sport.
Gli spogliatoi sono fatiscenti, vecchi, con condizioni igieniche estreme, situati in baracche di plastica. L’impianto di illuminazione è inadeguato e l’unica nota che conforta è il fondo del campo ancora ottimale.
I campetti sopra lo Stadio comunale necessitano anche loro di una ristrutturazione completa che riguardi almeno il fondo del campo e l’illuminazione,
Si è preferito sistemare i campi di quartiere.
Concordo nuovamente con l’autore dell’articolo quando dice che bisogna potenziare lo sport in ogni sua disciplina. Esso è fondamentale sia perchè ritempra il fisico di grandi e piccini, sia per il suo valore sociale di aggregazione e perchè tiene lontano i ragazzi dalla strada e dai suoi pericoli.
Invito pertanto l’amministrazione attuale a continuare il percorso già avviato certo di condividere il pensiero di tutti.
Giannimaria Tinelli