Il 27enne siriano investito e ucciso da uno scooter stasera intorno alle 19, sulla strada parallela a quella che porta al campo profughi del Parco Roja, alla periferia di Ventimiglia, è il terzo migrante morto nella città di confine in meno di tre mesi.
Il 9 ottobre una giovane africana, che stava camminando con altre persone sull’autostrada A10, è stata investita e uccisa da un tir spagnolo in una galleria, subito dopo la barriera di Ventimiglia. Il 23 dicembre un giovane migrante è stato travolto da un treno mentre attraversava i binari sulla linea ferroviaria Ventimiglia-Cannes nella galleria della Mortola, in frazione Latte.
A queste tre tragedie si devono aggiungere purtroppo la morte di due migranti in autostrada poco dopo aver valicato il confine tra Italia e Francia, la morte per infarto dell’Agente di Polizia Diego Turra e la scomparsa di un migrante travolto dalle acque del Roja in pena.