Con rinnovato entusiasmo, favorito anche delle precipitazione nevose DiscesaLiberi riprende l’attività istituzionale. Dieci Guide Ciechi ed Assistenti ai Disabili sugli Sci promossi dalla FISIP (Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici) sono ora operativi, dietro specifica richiesta, sulle piste di Prato Nevoso e del Mondole Ski.
Una nuova formula di assistenza ai disabili sciatori che prima non esisteva in Italia. Trattasi di una nuova figura formata da DiscesaLiberi ma sotto l’egida della Federazione. Tutte le Guide possiedono un altissimo curriculum Tecnico-Professionale.
“Siamo oltremodo contenti dell’obiettivo raggiunto – ammette Lorenzo Repetto, Presidente di DiscesaLiberi – è una valenza in più al servizio che già offriamo.
Il progetto di DiscesaLiberi si fonda sulla convinzione che vivere la montagna dia emozioni a tutti, ma può regalarne di fortissime ai disabili. Lo sport e la montagna sono capaci di favorire in modo significativo tutte le migliori condizioni per l’acquisizione di autonomie personali, per il recupero ed il mantenimento di un migliore grado di salute, per un impegno costruttivo e gratificante del tempo libero, nonché per una maggiore presenza ed integrazione sociale. E noi vogliamo favorire questo processo di recupero”
“Voglio ricordare che tutti i servizi che noi offriamo – aggiunge Lorenzo Repetto – sono a titolo assolutamente e totalmente gratuito”.

DiscesaLiberi nasce con due obiettivi. Il primo quello di far uscire dalle case le persone con disabilità e portarle sulla neve, il secondo quelle di promuovere lo sci, sia dal punto di vista ludico che agonistico.
“Nel 2014 organizzammo i Campionati Italiani Disabili – Fisip in Prato Nevoso ed ogni anno riusciamo ad organizzare Gare per disabili valevole per Coppa Italia. Tutto ciò grazie alla buona volontà ed all’aiuto di tutti – prosegue Repetto – delle istituzioni e dei privati, Quest’anno abbiamo dovuto rinviare la prima gara di Coppa causa neve ma ora le possibilità sono decisamentre migliori. Il mondo della Disabilità è un mondo difficile da avvicinare ma, superate le prime titubanze, si scoprono emozioni e valori di notevole intesità sociale. Il rapporto con i disabili e con le famiglie dei disabili è più semplice e sereno di quanto si possa immaginare ad una lettura superficiale”
“Volete aiutare i disabili che sciano? Volete aiutare DiscesaLiberi? – continua lorenzo Repetto – venite a vedere il loro sguardo quando sentono , mentre sciano, il vento sulla loro faccia che è molto più intenso del vento che sentono quando sono sulla carrozzina. Venite a vedere i ragazzi affetti da Sindrome di Down che sciano accompagnati dagli Assistenti. Venite a vedere i loro occhi. Venite a vedere sciare i ciechi che seguono la voce e le indicazioni delle Guide. Venite a sentire la loro gioia. I Disabili non vogliono essere favoriti. Vogliono solo non essere ostacolati”.