VENTIMIGLIA- Desbaratu significava un tempo svuotare i magazzini dei negozi e proporre la merce su banchetti in strada a prezzi scontatissimi per far realizzare l’affare al cliente e al commerciante da una parte si cercava l’occasione, il capo di abbigliamento   o altro genere desiderato durante l’anno rimasto invenduto e comprato al Desbaratu, dall’altra l’occasione di vuotare il magazzino da ingombranti non venduti. 

Ecco era un tempo così oggi assistiamo  alla vendita su alcune bancarelle di articoli a prezzo pieno o scontati del 10% e allora che DESBARATU È ?  

Si tramuta una festa commerciale ampiamente imitata nella zona in una svendita promozionale neppure troppo a dire il vero. 

Bancarelle di ambulanti, non era forse la festa dei commercianti ventimigliesi, che propongono la loro merce anche nuova a prezzo pieno? 

Ha senso seguire questa strada? La gente non manca ma come chi scrive osserva e mugugna.