informare (2)

E’ stata un successo la prima delle tre serate che il Comune di Andora ha organizzato insieme con l’Asd Informare per parlare delle bellezze sommerse del mare di Andora. Video e foto dei fondali marini del ponente ligure ed in particolare di Andora, hanno fatto da sfondo al commento della biologa marina Monica Previati e del vicepresidente dell’associazione Susanna Manuele.
“Tutta la costa del ponente ligure – racconta Monica Previati – è ricca di biodiversità tanto da essere considerata, per oltre il 70%, sito di importanza comunitaria marina. Purtroppo però non sempre queste informazioni sono note e capita di confondere le foglie della pianta acquatica Posidonia oceanica per delle alghe, magari pensando che il mare sia sporco mentre le praterie di Posidonia sono un vero e proprio bioindicatore di acque limpide.
Il nostro compito”, continua la biologa, “è quindi quello di far emozionare tutti, dai cittadini ai turisti, dai bambini agli adulti, raccontando loro quante meraviglie ci sono proprio davanti alla loro sdraio,”.
“Faremo altre serate, ” ci dice il vice presidente Susanna Manuele: “il 18 di luglio parleremo del coralligeno, un habitat che si trova oltre i trenta metri di profondità e che stupirà di certo tutti per gli splendidi colori e per le forme che gli animali assumono, mentre l’8 agosto la cetologia Federica Gelsomino parlerà dei Cetacei in onore al Santuario Pelagos.
Inoltre “conclude Susanna” il progetto Ponente nel blu non si ferma ma prevede altre serate in altri comuni, per poter diffondere quanto più possibile la cultura del mare, la sua tutela ma anche la sua valorizzazione”.
Per saperne di più consultate il sito: www.informare.net